L’attività di streaming di Apple potrebbe arrivare a 37 miliardi di dollari in pochi anni

Apple Inc. sta prendendo tempo costruendo un’operazione di video molto originale e i suoi sforzi di streaming potrebbero diventare uno dei principali contributori alle entrate dei servizi in pochi anni.

L’analista di Morgan Stanley, Katy Huberty ha alzato il suo obiettivo di prezzo su Apple a 245 dollari da 232 dollari ad azione e scrivendo le grosse opportunità dell’azienda nei video e nello streaming.

Oltre questo ha anche dichiarato che:

Riteniamo che Apple Video diventerà una realtà prima di quanto pensino gli investitori e se la società ha le carte in regola potrebbe generare entrate per 37 miliardi di dollari entro il 2025.

Huberty pensa che Apple potrebbe adottare uno dei due approcci con le sue offerte video: concentrarsi su un servizio video autonomo o combinare contenuti originali con la propria musica e i prodotti delle notizie in abbonamento.

Vista la posizione di Apple nel settore dei video, un’offerta in bundle potrebbe essere più sensata.

Apple potrebbe forse offrire un prodotto video standalone a 7,99 dollari che sarebbe inferiore a quello di Netflix.

Ma la società sembra focalizzata sulla qualità rispetto alla quantità il che significa che potrebbe non avere un’enorme libreria di contenuti all’inizio e quindi sarebbe più dipendente dai grandi successi.

Ci si aspetta che un’offerta combinata fornisca “”differenziazione”” rispetto ai colleghi e “”riduca la dipendenza”” dal fatto che gli spettacoli originali di Apple diventino grandi successi.
La proiezione prevede 37 miliardi di dollari di entrate “”Apple Media”” entro il 2025, il 64% in più di quanto la società potrebbe essere in grado di generare se non offrisse un prodotto combinato e ben al di sopra dell’impatto del fatturato stimato da Apple a 4 miliardi di dollari quest’anno.

Secondo FactSeter, per quanto riguarda il contesto, Apple dovrebbe generare entrate per 37 miliardi di dollari per l’intero segmento dei servizi nell’anno fiscale che si concluderà a settembre e le stime di consenso prevedono entrate per iPhone per 165 miliardi di dollari quest’anno.

Il segmento dei servizi in rapida crescita è un componente importante e Huberty stima che Apple Media potrebbe contribuire con un terzo della crescita annuale del segmento fino al 2025.

La società ha stretto una partnership di contenuti con Oprah Winfrey e ha un altro accordo con Reese Witherspoon e Jennifer Aniston.

Le azioni Apple sono scese dello 0,9% nella sessione di mercoledì, anche se il titolo ha guadagnato il 40% negli ultimi 12 mesi.