La BCE assegna 83 miliardi alle banche

La BCE ha ultimato la prima delle otto operazioni di rifinanziamento a lungo termine assegnando 83 miliardi a 225 banche facenti parte dell’eurozona.
Nella lista sono presenti anche banche italiane, per esempio l’UNICREDIT ha ricevuto 7,75 miliardi e parteciperà anche alla seconda asta per cercare di raggiungere i 12 miliardi.
Altra banca a ricevere il rifinanziamento è stata Intesa Sanpaolo che ha ricevuto 4 miliardi di euro all’interno di un massimale richiedibile di 12 miliardi, quindi il restante dovrebbe essere richiesto entro dicembre.
Tutti gli addetti ai lavori saono concordi col dire che questa prima manovra è stata molto deludente e solleva moltissimi dubbi sulla reale riuscita delle intenzioni da parte della BCE di aumentare il proprio bilancio di circa 1 trilione di euro.
Questo perchè le intenzioni iniziali erano di rifinanziare una somma variabile dai 100 ai 300 miliardi ed invece ne sono stati dati soltanto 83.
Tutta l’operazione rientra nel programma per migliorare il funzionamento del meccanismo di trasmissione della politica monetaria in modo da riuscire a supportare l’erogazione dei prestiti fornendo una nuova liquidità alle banche.
Questa manovra creerà molta volatilità all’interno delle valute per quanto riguarda le opzioni binarie relative al mercato forex quindi consigliamo a tutti i trader di prestare la massima attenzione.
fonte brokersopzionibinarie.net

L’attività manifatturiera cinese torna a crescere

In Cina i dati relativi a tutta l’attività manifatturiera danno segni di netta ripresa e questo a sorpreso tutti gli analisti che avevano scommesso su una ulteriore discesa.
Questi dati hanno favorito la spinta di tutti i listini azionari asiatici con conseguente ottimismo per tutti i trader di opzioni binarie.
Il Ministro delle Finanze cinese ha stoppato ogni speculazione relativa a nuovi interventi di stimolo da Pechino dopo le mosse a sorpresa messe in campo dalla Banca Centrale Cinese che aveva effettuato una iniezione di liquidità ed un taglio ai tassi sui depositi poco tempo fa.
L’ultimo indice Nikkei ha fatto segnare una flessione dello 0,69% posizionandosi a quota 16.204,88 punti.
Tutti gli investitori hanno guadagnato sul titolo dopo l’ingresso a Wall Street del nuovo titolo Alibabà, colosso e-commerce cinese.
Riguardo le altre piazze asiatiche vediamo Seul in calo dello 0,45%, Taiwan in calo dello 0,58%.
Di seguito troviamo Hong Kong che perde soltanto lo 0,06%, Shangai perde lo 0,84%, Kuala Lumpur chiude a -0,30% e Jakarta a –0,61%.
Infine troviamo Singapore con un +0,25% e Bangkok con un +0,12%.
fonte opzionibinariebitcoin.it

Licenza sospesa alla EZTrader da parte della CySEC

Nelle ultime settimane nell’ambiente del trading online rimbalza la notizia riguardante il famoso broker di opzioni binarie online EZTrader.
La CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), autorità suprema per quanto riguarda la vigilanza dei mercati finanziari ha deciso di sospendere la licenza CIF alla società di investimento WGM Service Ltd che è la proprietaria del brand e relativa piattaforma di trading EZTrader.com.
Oltrer questo la società gestisce anche i marchi EZInvest.com, GlobalOption.com e la piattaforma dedicata esclusivamente al mercato cinese 888binary.com.
Questa decisione è arrivata dopo la scoperta di presunte violazioni alla legge sui servizi di investimento, di conseguenza anche l’autorizzazione da parte della nostra CONSOB è a rischio.
In particolare sembrerebbe che la società in questione avrebbe violato la legge in materia di: adeguatezza patrimoniale, grandi esposizioni sul mercato e la tutela dei fondi clienti.
La CySEC ha dichiarato che la decisione è stata presa in quanto le conseguenze potrebbero mettere in serio pericolo gli interessi di tutti i clienti della WGM Service Ltd ed il relativo funzionamento all’interno dei mercati.
Ora la palla passa alla società che ha 15 giorni di tempo per uniformarsi, in questo periodo tutti i servizi sono sospesi e la società è obbligata a liquidare eventuali posizioni aperte di clienti che vogliano chiudere il conto e lasciare la società.
La situazione da parte della nostra CONSOB è in fase di studio ma sicuramente verrà bloccata anche questa visto che la CySEC è considerata come il massimo organo di controllo per quanto riguarda la totalità della Comunità Europea, comunque a tutt’oggi la CONSOB non si è ancora pronunciata ma siamo sicuri che a breve rilascerà le proprie decisioni a riguardo.
La piattaforma EZTrader fa parte di quelle società di investimento comunitarie senza succursale quindi è autorizzata ad operare sul nostro territorio grazie al passaporto MiFiD.
Il MiFiD consiste in una direttiva del Parlamento Europeo in vigore dal lontano 2007 riguardante 30 stati di cui 27 raggruppati nella Comunità Europea più Liechtenstein, Norvegia e Islanda.
L’obiettivo di questa direttiva è quello di creare un mercato globale Europeo integrato con tutti gli strumenti finanziari necessari e con le regole uguali pe tutti gli stati partecipanti.
Ecco l’utilità del passaporto europeo, la società che ottiene tutte le autorizzazioni nel proprio paese d’origine dovrà comunicare in quali paesi andrà ad operare oltre a quello d’origine.
Sarà premura del paese che ha rilasciato la prima autorizzazione comunicare agli altri paesi ospitanti tale autorizzazione, eventuali aggiornamenti di stato sono poi di competenza del paese ospitante.
Invece qualsiasi decisione presa dall’autorità del paese di origine ha validità automatica anche per il paese ospitante come sospensioni o ritiri definitivi della licenza.fonte strategieopzionibinarie.info